I sentieri della montagnola senese e bosco di lecceto

La Commissione Escursionismo della Sezione di Siena del CAI, con l’avallo del Consiglio Direttivo, ha progettato e realizzato una nuova rete sentieristica nella Montagnola Senese e Bosco di Lecceto. Le motivazioni che ci hanno indotto ad effettuare questo oneroso, ma necessario intervento sono le seguenti:
1. Eliminare i tratti inutili o poco significativi presenti nella vecchia rete sentieristica.
2. Escludere dalla rete le strade carrozzabili, limitando la segnatura, ove è possibile, ai soli sentieri, mulattiere e stradine di bosco.
3. Inserire nuovi percorsi aventi notevole rilevanza storica e/o ambientale.
4. Modificare il tracciato di sentieri preesistenti per avvenuto sbarramento degli stessi con recinzioni o cancelli, per difficile individuazione del percorso, o perché transitanti in proprietà private nelle quali non è gradita la presenza di sentieri segnati.
5. Approntare una rete di sentieri più razionale e di più facile fruibilità e manutenzione.
6. Predisporre una segnaletica conforme allo standard nazionale CAI, anche in vista dell’inserimento dei sentieri della Montagnola Senese nel Catasto Sentieri della Regione Toscana.
Per la progettazione della nuova rete è stato preso spunto dalla tipologia sentieristica dell’Appennino tosco-emiliano-romagnolo, dove si trova un sentiero di crinale denominato “00”, dal quale si dipartono i sentieri che scendono a valle lungo i due versanti: quello toscano e quello emiliano-romagnolo.
Nella Montagnola abbiamo quindi:
– un sentiero principale con direttrice Nord – Sud a cui è stato dato il n. 100; questo inizia a Monteriggioni e termina al Ponte della Pia, attraversando in quota l’intera Montagnola Senese (come lo 00 nell’Appennino).
– n. 6 sentieri grossomodo paralleli che, risalendo i versanti occidentali della Montagnola, vanno ad inserirsi nel sentiero n. 100; questi hanno numerazione dispari (sentieri n. 101, 103, 105, 107, 109, 111).
– n. 7 sentieri grossomodo paralleli che, risalendo i versanti orientali della Montagnola, vanno ad inserirsi nel sentiero n. 100; questi hanno numerazione pari (sentieri n. 102, 104, 106, 108, 110, 112, 114).
– n. 5 sentieri che si sviluppano nell’area del Bosco di Lecceto, allacciati ad occidente alla rete sentieristica della Montagnola (sentieri n. 113, 115, 116, 117, 118).
All’inizio e al termine di ogni sentiero sono state apposte delle tabelle segnavia in alluminio (dimensioni 200 x 200 x 120 mm), a tre bande verticali di colore rosso-bianco-rosso, riportanti al centro (nella parte bianca) il numero in nero del sentiero. I percorsi si sviluppano nel territorio di quattro comuni – Siena, Sovicille, Monteriggioni, Casole d’Elsa – e toccano molte località di rilevante interesse storico, come Monteriggioni, Abbadia a Isola, Pieve di Marmoraia, Cappella Nagli, Colle Ciupi, S. Colomba, Fungaia, Pieve di Pernina, Villa e Romitorio di Cetinale, Villa di Personata, Pieve a Scuola, La Suvera, Castellaccio di Pieve a Scuola, Romitorio di Motrano, Pieve di Molli, Castello di Montarrenti, Eremo di S. Lucia, Ponte della Pia, Rosia, Sovicille, Palazzaccio di Toiano, Borgo di Toiano, Eremo di S. Leonardo al Lago, Eremo di Lecceto, Galleria del Granduca. I suddetti sentieri sono riportati nella carta escursionistica a 6 colori in scala 1:25000, su modello IGM, edita dalla Multigraphic di Firenze e disponibile anche in Sezione; su di essa sono evidenziate anche le 80 grotte presenti nel territorio, di cui alcune scoperte recentemente dal nostro Gruppo Speleologico. Sul retro della carta, oltre alle varie notizie di carattere generale riguardanti la Montagnola (storiche, paesaggistiche, geologiche, floro-faunistiche), si trovano le descrizioni dettagliate di ogni singolo percorso, con i relativi tempi di percorrenza e dislivelli, più un elenco nominativo delle grotte. La suddetta carta è disponibile anche nella versione in lingua inglese.